Tag Archives: Italy

Piccolo Nerone

BerlusconiUn Berlusconi sempre piu’ versione Nerone si permette a lanciare strali e a minacciare non solo il Premier Enrico Letta, ma anche tutti gli Italiani. “Premier intervenga sulla Severino o sara’ crisi”. Queste le ultime minacce di Berlusconi, che lo ricordo e’ un condannato ufficiale. Eppure egli e la sua banda di inutili leccaculo continuano a strillare.

Sono appena tornato (letteralmente ieri sera) e come sempre quando sono in Italia mi stupisce e rende triste allo stesso tempo il veder dedicati alla Banda Berlusconi meta’ dei poveri telegiornali di qualunque stampo e su qualsiasi rete e decine di pagine stampate da quotidiani di ogni risma, non importa se di destra o di sinistra. Del Centro taccio perche’ non so se esiste ancora. Parrebbe che in Italia non esista altro che la sorte di quest’uomo condannato e con molti altri procedimenti penali che continuano a pendere sulla sua testa.

Esiste solo Berlusconi. Si e’ imposto e viene imposto. Egli e’ l’involuzione definitiva dell’Italiano peggiore. Quello scaltro, magliaro, ladro. Perennemente attento alle gonnelle in un delirante bisogno di sentirsi sempre il piu’ maschio di tutti.

Non prevedo il futuro e non posso dire come sara’ quello italiano, spero solo che sia diverso da questi ultimi venti anni.  Spero che l’Italia diventi finalmente un paese normale. Dove ci sia lavoro per i giovani, rispetto per gli anziani. Tasse pagate in modo equo e da tutti. Un governo di donne e uomini che si rispettino e che lavorino veramente per quelli che li hanno eletti.

Spero che un giorno (presto) il piccolo Nerone sparisca e ci lasci finalmente in pace. E che di lui resti solo polvere e cenere.

Spero.

Leave a comment

October 30, 2013 · 11:59 am

Io Non Mollo, Io Sono Innocente (disse il vero capo della Banda Bassotti)!

ImageHo passato gli ultimi cinque giorni della mia vita in Italia. Appena in tempo per assistere in prima persona all’ultimo show del mancato dittatore Silvio Berlusconi; quello fatto su un palco abusivo nel centro di Roma (ma chissenefrega delle regole e divieti) in una domenica bollente vagamente sahariana. Spettacolo triste, patetico, stanco. Vedere un uomo vecchio, con la faccia gonfia di botox e silicone con i pochi e tristi capelli tinti e finti, agitarsi e strillare la sua innocenza, di fronte  a sostenitori prezzolati mi ha fatto non solo un certo disgusto unito a un sentimento di pena, mi ha fatto anche pensare a quanto l’Italia sia sempre meno un paese normale. Berlusconi e’ da circa un ventennio (coincidenza?) un serio problema per la crescita e stabilita’ dell’Italia. Egli e’ un demoniaco buffone che ha un solo fine: quello di salvare le sue aziende e fare sempre piu’ soldi. Eppure continua a strillare, ad agitarsi, a minacciare, a sproloquiare. Dice e si contraddice. ” io non ero a capo di Mediaset per evitare il conflitto di interessi quando ero primo ministro quindi sono innocente” per contraddirsi nella frase successiva “I ho pagato 538 milioni di tasse” (scusa, ma se non eri piu’ il padrone di Mediaset perche’ hai pagato 538 milioni di tasse?). Quest’uomo e’ stato condannato dalla Cassazione non dal tribunale di Paperopoli. Dovra’ scontare grazie alla gentilezza di quella giustizia italiana che lui tanto disprezza solo un anno ai domiciliari o ai servizi sociali invece che quattro anni dietro le sbarre (quindi tutto sommato non gli ha detto male).  Senza dimenticare che altre sentenze sono attese. Altri processi, altre violazioni della legge.

Assurdamente invece Berlusconi continua ad atteggiarsi a vittima e a perseguitato politico (qualcuno per favore lo faccia parlare con i veri perseguitati politici). Minaccia direttamente o per bocca dei suoi sgherri, della sua personale corte dei miracoli, dei vari Fede, Brunetta, Santanche’, Carfagna e compagnia bella. I suoi nani e le sue ballerine. Che tremano al pensiero che Berlusconi finisca perche’ se cio’accade, poi chi paga? Continuando la sua politica fatta di nulla, bugie e bullismo.

Quest’uomo e’ un ladro. Fatevene una ragione.

1 Comment

Filed under Uncategorized

OBVIOUSLY, CHAOS

Chaos.

The last Italian elections  have proven, yet again, the fundamental impossibility for Italy to be a normal country. A country where people find work, pay fair and just taxes, and is represented by honest and experienced people.

A country where the sky is blue, and the yellow sun shines kindly over children playing on green grass, while a festive little paper boat drifts toward the horizon on cheerful waves. A normal country. Where miracles are the exception and not the rule that everyone expects every day. A normal country, where the candidates are not suspect billionaires mixed up in hundreds of controversial court cases that range from corruption to child prostitution. Exactly as Silvio Berlusconi is.

A normal country where there should not be characters like Beppe Grillo, who shouts his empty and rabid outrage, playing the card of boorish populism to which Italians, unfortunately, have been accustomed for centuries.

In a civilized country, in fact, Berlusconi would have already been in prison for a long while. But instead, making use of his inordinate wealth, he’s not only free, but even running (again) to lead the country.

More Chaos.

Beppe Grillo shouts. He destroys, yet, to build is something else. One needs to have real ideas and proven experience. A sense of moderation and respect for others. But too often those who shout possess neither the sense of moderation nor respect for others.

Even though I’ve written this post in English, I am Italian and I would like only to be a citizen of a normal country, where the young find work, the people pay their taxes and there is respect for others. I see instead a bad actor, a fraud, an old man with his face lifted by the scalpels of plastic surgeons, with the audacity to want to lead my country.

There is chaos in Italy. And Italy is our country.

 

 

50 Comments

Filed under Berlusconi, Europe, Italy, politica affari internazionali

BERLUSCONI E’ LA PESTE NERA.

Per favore non votatelo. Tra oggi e domani fate quello che volete, meno una cosa: votare Berlusconi.

A quest’uomo non importa nulla di Voi, dell’Italia, dei Vostri Figli, delle Vostre Pensioni, di quei Quattro Soldi che faticosamente avete messo da parte. A quest’uomo non importa delle Donne, dell’Economia, dell’Europa, del Rispetto Internazionale, di una Ripresa economica seria.

Come potete votare un uomo di 78 anni che si comporta da buffone, che va in giro con ragazze che potrebbero essere sue bis-nipoti, che ha subito centinaia di processi e altri seri ne ha in corso. Che ha il volto sfatto e rifatto, che e’ volgare, che mente su tutto e tutti. Un magliaro che ha fatto la sua fortuna grazie a intrighi con banche sul finire degli anni sessanta, con la massoneria negli anni settanta, con la politica corrotta degli anni ottanta, con il delirio degli Italiani negli anni novanta e con l’assenza di cultura politica del duemila. Come potete votare un uomo che mente così’ spudoratamente su cose che se eletto, non riuscirà’ mai a fare; come cancellare le tasse, creare quattro milioni di posti lavoro, l’azzeramento del finanziamento pubblico ai partiti, tagli per sedici miliardi di Euro per le spese di Stato, niente patrimoniale e nessun aumento dell’Iva e via dicendo.

Aveva gia’ promesso queste cose negli anni passati: nel duemila promise di eliminare le tasse ai poveri. Mai fatto. Nel 2004 stessa promessa non mantenuta, e così’ nel 2005 e 2006 e financo nel 2010.

Berlusconi non e’ un caimano, e’ peggio, molto peggio. E’un cancro per l’Italia e per l’Europa. Vuole ( considerati i suoi guai giudiziari) e deve essere eletto. E’ l’unico motivo per cui continua a candidarsi, per continuare a stare a galla, per non affondare.

Odia tutto quello che non fa parte delle sue bugie e del suo delirio e che non riesce a comprare, a ricattare oppure a corrompere. Anche il mercato finanziario (che dovrebbe invece essergli alleato essendo lui un super-capitalista), lo disprezza. Da anni ormai appena corre voce che Berlusconi vuole candidarsi , si candida o addirittura vince le elezioni i mercati vanno a picco e non solo quelli Italiani.

Continua a non rendersi conto che il Comunismo e’ finito da un quarto di secolo. Che le donne non sono solo puttane da fottere. Che l’Economia e’ una cosa seria. Che la crisi mondiale del 2008 ha significato il fallimento di quelle allucinanti teorie economiche che lui cerca di scimmiottare e mi riferisco al super liberalismo finanziario degli economisti della Scuola dell’Università’ di Chicago.

Berlusconi e’ la Peste Nera della politica e della finanza europea e italiana.

Tra oggi e domani fate quello che volete. Bevete vino. Fatevi una canna, andate a Messa.

Ma non votatelo.

29 Comments

Filed under politica affari internazionali, societa'

IL MAGO MERLINO E SILVIO BERLUSCONI

Vicino alla città’ di Rennes nella Bretagna francese si trova la foresta di Paimpont. Secondo la tradizione locale vi si trova la tomba del Mago Merlino e i francesi vi si recano per lasciare messaggi e richieste al mago.

Sto considerando sempre di più’ la possibilità’ di fare un viaggio nel cuore della Bretagna e di presentare alla tomba di Merlino la mia richiesta : Ti prego fai sparire per sempre dalla faccia della terra Silvio Berlusconi. Non mi interessa che fine faccia purché sparisca per sempre dall’Italia (potrebbe andarsene in Russia dal suo amico e degno compare Putin). Il male che Berlusconi ha fatto all’Italia e agli Italiani, anche a quelli meno saggi che l’hanno votato e’ incalcolabile.

Se l’Italia fosse un paese serio, anche minimamente Berlusconi sarebbe già’ in prigione da un bel numero di anni. Purtroppo l’Italia non e’ un paese serio e dunque questo criminale si ripresenterà’ alle elezioni di Febbraio. Dall’inizio della sua carriera negli anni sessanta e’stato coinvolto in 109 processi e 2500 udienze che vanno dalla corruzione, all’associazione mafiosa alla concussione e alla prostituzione minorile. Quest’uomo ha speso più’ di duecento (200!) milioni di euro in avvocati per non andare a finire in galera. E’ stato piduista, socialista, ha corrotto, mentito, trattato tutte le istituzioni della Repubblica come se fossero suoi giocattoli personali. Rino Formica definì’ il contorno umano alla dirigenza del suo partito, quello socialista, come un circo di nani e ballerine. Vi ricordate? Anja Peroni, Sandra Milo, Gerry Scotti solo per citarne alcuni. Ma allora Come potremmo definire il sottobosco umano che circonda Berlusconi (Fede, Tarantini, Minetti).  Non c’e’ definizione per quella Corte dei Miracoli che Berlusconi ha creato.

Da qui a Febbraio Attentiallupo si occupera’ solo di lui. Di Sivio Berlusconi. Della sua storia politica e del male che ha fatto all’Italia.

Sperando pero’ che  magari Merlino intervenga davvero e lo faccia sparire.

Leave a comment

Filed under Uncategorized